Il Servizio Civile apre nuovi orizzonti

Sono Marzia e con Giovanni ho svolto il mio servizio civile in Italia nel progetto “Giubileo 2015: Dialogo, Giustizia e Misericordia” presso la Fondazione Missio. Durante quest’anno siamo stati impegnati in tanti incontri, corsi, seminari, attività di formazione, comunicazione e sensibilizzazione. Esperienze che ci hanno messo alla prova e fatto sperimentare nel concreto la parola “servizio”.

attività missio

Le valutazioni finali?

Marzia: “In questo anno di Servizio Civile sono stati moltissimi i punti di forza che hanno caratterizzato questa mia esperienza e l’hanno resa fondamentale per la mia crescita personale e professionale. A partire dalla cooperazione presente in tutte le attività svolte per la fondazione, un’ottima intesa con i colleghi e l’olp, il mettermi in gioco in ogni iniziativa o incarico che si sono rivelati sempre un’occasione di formazione e nuove conoscenze. Con il tempo sono riuscita ad integrare quelle che sono le mie capacità e metterle al servizio della Fondazione e di chi collaborava con me. Facendomi anche riscoprire capacità che sicuramente mi saranno utili nell’immediato futuro. Quei pochi punti di debolezza che ho incontrato durante questi mesi di servizio hanno rappresentato l’occasione di superare dei limiti o delle mie debolezze che mi hanno fatto crescere.

Giovanni:”In questi dodici mesi di Servizio Civile i punti di forza e di debolezza che ho potuto cogliere nelle diverse situazioni sono stati ciò che ha caratterizzato la mia esperienza. Spesso dalle debolezze ho tratto la motivazione per affrontare nuove sfide, per mettermi in gioco e dedicare tutto me stesso a ciò che mi veniva affidato. Ho sfruttato i miei punti forti per proporre, realizzare e seguire diversi progetti e iniziative della Fondazione. Penso che un anno di servizio sia il giusto tempo per pesare le proprie difficoltà e trasformarle in nuovi stimoli,             assumere consapevolezza delle proprie capacità e ritrovarsi infine ad aver superato quei limiti che prima sembravano invalicabili.”

Con Giovanni abbiamo provato a riassumere il nostro anno di servizio con un breve video, per comunicare anche agli altri il valore di questa esperienza per noi.

E un grazie al nostro OLP Alessandro!

con il nostro OLP

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *