Formazione a distanza

Formazione a distanzaL’emergenza Corona-virus ha rimodulato le nostre aspettative rispetto all’ inizio del nostro Servizio Civile, ma fortunatamente la tecnologia ci è venuta in soccorso e ha permesso – in modo inusuale – di partire.

Dal 4 maggio ad oggi, le lezioni si sono svolte in modo alternato, mattina e pomeriggio, e hanno trattato diversi temi, tra i quali: storia e valore del Servizio Civile, cittadinanza attiva, identità delle nostre organizzazioni, educazione alla cittadinanza globale e comunicazione interculturale.

Sebbene durante le varie sessioni abbiamo avuto la possibilità di interagire tra noi in gruppi di lavoro, lo schermo rappresentava e rappresenta ancora oggi una barriera. L’imbarazzo e le difficoltà nel “fare classe” all’ inizio erano palpabili, ma con il passare dei giorni il ghiaccio si è sciolto e siamo riuscite a far primeggiare quel senso di condivisione e scambio sulla distanza, ormai solo fisica. Abbiamo potuto constatare, infatti, quanto l’esercizio dell’ascolto sia fondamentale per aprirsi all’ altro. Mai come in questa situazione, il dialogo, slegato dalle distrazioni consequenzialmente fisiologiche di un’interazione, ha riportato l’attenzione sulle parole.

Così, ci siamo scoperte simili negli stessi valori e motivate a costruire una società sempre più coesa. Le nostre aspettative, con l’aiuto degli altri, hanno trovato conferma e si sono rafforzate e ad oggi rappresentano la vera grande spinta per cominciare questo viaggio.
Noi siamo pronte e ci auguriamo un anno ricco di condivisione, collaborazione e crescita!

Cristina Raffa e Cristina Galeazzi, Volontarie Servizio Civile con CELIM a Milano
Carla Lischi, Volontaria Servizio Civile con CMSR a Livorno
Chiara Cetrulo, Volontaria Servizio Civile con FOCSIV a Roma

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *